Come disegnare e colorare un cucciolo con le matite colorate

Una nuova commissione mi dà modo di farvi vedere come disegnare e colorare un cucciolo con le matite colorate!

Alfio raciti pittore cucciolo di cane a matita
La foto mostrava una scarsa esposizione e la zona degli occhi è avara di dettagli…

I cuccioli, soprattutto quelli di cane, sono soggetti un po’ particolari, soprattutto dal punto di vista espressivo: i loro occhi sono sempre un misto di furbizia, tenerezza e quell’aria innocente che sanno sfruttare benissimo per evitare rimproveri e punizioni, anche a fronte di marachelle…
In questi casi è importante avere una descrizione del carattere del cane, così da riuscire a conferire al ritratto la personalità di quel preciso cucciolo e non di un cucciolo “qualunque”: riuscire nell’intento è una gioia per il committente (che vede il SUO cane) e una soddisfazione per noi.

Per quanto riguarda il cucciolo oggetto del tutorial, Ulisse, me lo descrivono così “Ulisse è un gigante buono( è diventato enorme), il più buono che conosco, dorme sempre ed è il boss del quartiere, ha un carattere equilibrato e ha sempre fame ;)!”. Insomma, tanta bontà ma una certa tempra.

Mettiamoci al lavoro!
Alfio raciti pittore carta cansonPer i ritratti di animali la scelta delle matite è sempre quella delle Derwent Drawing (per saperne di più date uno sguardo qui) e la carta migliore da utilizzare è la Canson Mi-Teintes poichè, oltre a consentire un ottimo sviluppo dei vari strati di colore, è ottima per trattenere il pastello morbido che uso per realizzare gli sfondi.

Scelti i materiali si procede preparando la carta (come vi ho mostrato qui) e stampando a colori la foto inviata dal committente. Non è necessario che la stampa sia di qualità fotografica: basta una stampa a colori su carta normale e che ci fornisca un’idea di massima della colorazione: al resto penso io.

 A questo punto si procede alla realizzazione del disegno preliminare per il quale abbiamo a disposizione diversi approcci: dal disegno a occhio, alla griglia, al trasferimento diretto da foto (ne parleremo presto in un articolo dedicato). Quale che sia il metodo scelto l’importante è mantenere sempre un segno leggero sulla carta ed evitare assolutamente di lasciare solchi! Quindi, matite molto morbide (direi dalla 3B in su) e mano delicata!

Ma ora lasciamo parlare le immagini. Anzi, le didascalie sotto le immagini 😀

alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
Il disegno realizzato con matita 4B

 

 

alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
il disegno scaricato dalla grafite in eccesso con una passata di gomma pane: pronti per il colore!!
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
con la matita “Chocolate” definisco appena i punti più scuri..
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
stavolta parto dai colori chiari per cercare di compensare la scarsa esposizione della foto: se partissi da quelli scuri potrei ingannarmi e scurire ulteriormente l’immagine!
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
tracciamo la maschera e cominciamo a dar forma al muso..
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
un bel primo piano..
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
una volta che il valore tonale di una zampa è bilanciato col resto posso passare all’altra.
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
un dettaglio dell’addome: i colori freddi come il verde e il blu aiutano questa parte a dare la sensazione di “stare indietro” rispetto al petto o al muso..
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
Continuo a costruire il mantello usando sempre toni sull’ocra rossa/terracotta…
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
Cominciamo gli occhi…
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
diamo un’idea dello sfondo..
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
uso una maschera per poter stendere i pastelli morbidi senza rischiare di rovinare il lavoro già fatto a matita..
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
Lavoriamo ancora lo sfondo…
alfio raciti pittore cucciolo a matita colorata
Il risultato finale!

Bene!
Spero che il tutorial vi sia piaciuto e l’abbiate trovato utile.
Naturalmente vi invito a condividerlo sui vari social usando i pulsanti che trovate in basso e, come sempre, se avete domande basta lasciare un commento e rispondo volentieri a tutti.

A presto!!!

Se l\'articolo ti è piaciuto aiutami a sostenere il sito con Patreon!

4 pensieri su “Come disegnare e colorare un cucciolo con le matite colorate

    1. Non che mi cambi qualcosa, per carità.. in effetti mi sono posto il problema ma non so, mi sembra poco influente sul risultato finale. Ho pure pensato che tanti pittori che usano l’olio sono soliti fare le sottopitture proprio in acrilico ma continuano a chiamarli “olio”.
      Ah, i cavilli terminologici.. 😀

Lascia un commento