ritrovo d'arte

Versione completa: la tecnica di Heather Rooney
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4 5 6
(19-01-2018, 10:35 PM)Monet63 Ha scritto: [ -> ]
(19-01-2018, 08:46 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]Però uno a volte può contentarsi anche di meno, di una spiegazione più sommaria.
Capirai... io non riesco a fare sommariamente manco le cose stupide, è proprio una forma mentale...

(19-01-2018, 08:46 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]E' vero, e ce ne sarebbero cose da dire da quel punto di vista. La regola è impadronirsi del lavoro altrui, o tentare di farlo. E' un po' deprimente tutto questo.
Io cerco spesso spiegazioni alle cose che mi interessano ma allo stesso tempo mi deprime questa eccessiva facilità a divulgare le tecniche e i processi pittorici personali di alcuni artisti.
In realtà io sono estremamente favorevole alla divulgazione, anche approfondita: ho sempre sostenuto che i segreti hanno le mutande sporche. Scrivo sul web dal 2005 (prima con altro nick). Mi infastidisce, però, chi ruba il lavoro altrui per sfruttarlo a proprio vantaggio, e mi urta moltissimo se a farlo è il tipico incapace. Se unisci tutto questo alla fatica di spiegare le cose tramite parola scritta, capisci il senso del mio atteggiamento: perché sbattermi oltre un certo limite sul web quando posso scegliere una qualsiasi persona (ovviamente che sia molto talentuosa) che realmente merita, e insegnarli con la facilità tipica del contatto diretto tutto ciò che voglio? Il fatto è che me ne frego del web; non voglio apparire, nella mia vita ho sempre cercato di passare inosservato, e il mio scopo ultimo non è farmi conoscere, ma è stato, è, e sarà sempre il lasciare qualcosa a chi lo merita. Trovo più semplice farlo con qualcuno che mi è geograficamente vicino, ammesso di trovarlo. Se non lo trovo, pazienza: ci sono già due o tre persone a cui ho già dato ciò che hanno meritato; in altre parole, la parte egoistica del tutto (ovvero non lasciare che le cose che ho imparato durante la mia vita si perdano) l'ho già soddisfatta.

te lo sai che se fossimo geograficamente vicini ti farei da stalker nevvero??? carraro
(19-01-2018, 11:27 PM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]te lo sai che se fossimo geograficamente vicini ti farei da stalker nevvero??? carraro
asd
(19-01-2018, 10:35 PM)Monet63 Ha scritto: [ -> ]In realtà io sono estremamente favorevole alla divulgazione, anche approfondita: ho sempre sostenuto che i segreti hanno le mutande sporche. Scrivo sul web dal 2005 (prima con altro nick). 

Allora avevo leggermente frainteso. Ma per fortuna nostra che la pensi così! (senza ironia, specifico sempre)

Non ho sviscerato fino in fondo la faccenda (ammesso di riuscirci io) ma per ora rimango della mia idea (di cui non sono sicuro tra l'altro). Cioè non sono convinto che se un artista si tiene un po' dei suoi ''segreti'' faccia cosa indegna e amorale e altro di negativo. Anche se poi, come dicevo prima, cerco comunque di capirli, come tutti quelli che studiano le tecniche artistiche, mi pare normale..ma non con l'intenzione non di fregargli qualcosa... come potrei rubare qualcosa a Caravaggio?
Se lo stesso ''segreto'' passasse a diversi pittori non ne uscirebbero comunque cose nuove e personali per ognuno di essi? (se questi pittori sono ad un livello tale da sfruttare le conoscenze). Anche tra pittori molto vicini per epoca e stile e soggetti e tecnica ci sono a volte differenze riconoscibili o anche notevoli...se mi sbaglio corregimi se vuoi, scrivo anche un po' al volo.

Citazione:Se unisci tutto questo alla fatica di spiegare le cose tramite parola scritta, capisci il senso del mio atteggiamento: perché sbattermi oltre un certo limite sul web quando posso scegliere una qualsiasi persona (ovviamente che sia molto talentuosa) che realmente merita, e insegnarli con la facilità tipica del contatto diretto tutto ciò che voglio?

Capisco certo, e a chi non piacerebbe avere un maestro vero da cui apprendere dal vero?
Mi pare che quando si da una risposta su un forum la si da non solo a chi la richiede ma al mondo intero, in un certo senso. C'è del buono e del cattivo in questo.Magari dai un piccolo aiuto tramite le parole scritte a un utente sconosciuto e talentuoso che nn parteciperà mai iscrivendosi, ma darai anche le ''perle ai porci'', inevitabilmente.

Citazione:non voglio apparire, nella mia vita ho sempre cercato di passare inosservato, e il mio scopo ultimo non è farmi conoscere, ma è stato, è, e sarà sempre il lasciare qualcosa a chi lo merita.

il primo pensiero che mi viene in mente è che questo tuo desiderio è tanto nobile che la comunicazione ''di massa'' su internet non meriterebbe nemmeno di essere presa in considerazione.
Tante volte ho avuto questa sensazione leggendo i tuoi articoli o interventi, cioè sono tanto densi di esperienza che il loro posto sarebbe più consono in un libro stampato o appunto in relazioni dal vivo, per insegnamento diretto.

Citazione:Trovo più semplice farlo con qualcuno che mi è geograficamente vicino, ammesso di trovarlo.

Io sto in provincia di Donatelli, quindi in circa 24 ore di bicicletta dovrei raggiungere la capitale carraro  sono abbastanza vicino credo carraro
No via, probabilmente non sarei nemmeno ''degno'', però a chi di noi non piacerebbe? Big Grin 


Citazione:Se non lo trovo, pazienza: ci sono già due o tre persone a cui ho già dato ciò che hanno meritato; in altre parole, la parte egoistica del tutto (ovvero non lasciare che le cose che ho imparato durante la mia vita si perdano) l'ho già soddisfatta.

Che dire, bello.

In fondo anche al liceo o altre scuole non tutta la classe vuole o è atta a ricevere gli insegnamenti (ammesso di trovare il maestro che davvero vuole insegnarti ) Da me era così, su 20 persone ervamo forse in 3 veramente interessati alle tecniche pittoriche (e mi piacerebbe scrivere tecniche a lettere cubitali visto le mie esperienze tragiche con i professori, che non ne volevano sapere di tecniche classiche), gli altri facevano il minimo per andare avanti. Poi magari uno non riesce o si ferma per i motivi più vari che pone la vita però la volontà sta al primo posto.
(20-01-2018, 12:25 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]Cioè non sono convinto che se un artista si tiene un po' dei suoi ''segreti'' faccia cosa indegna e amorale e altro di negativo. Anche se poi, come dicevo prima, cerco comunque di capirli, come tutti quelli che studiano le tecniche artistiche, mi pare normale..ma non con l'intenzione non di fregargli qualcosa... come potrei rubare qualcosa a Caravaggio?
Dipende dalle intenzioni. Voglio dire: se il mio scopo ultimo è dipingere e avere a che fare con mercanti e gallerie, ovvero baso la mia attività sulla vendita dei miei dipinti, all'occorrenza - e sempre ammesso di averne voglia e tempo - non avrò problemi a divulgare e spiattellare ogni cosa; eh si, perché se vivo vendendo i miei lavori l'insegnamento può (e dovrebbe) essere solo marginale, e condotto per non far perdere il proprio modo di essere pittore: è un pò come quando si fa un figlio. Viceversa se una parte, più o meno corposa, della mia attività consiste nell'insegnamento a pagamento, specialmente oggigiorno con youtube in testa, chiaramente non andrò oltre un certo limite, che sarà tanto più basso quanto più alta l'intenzione di guadagnare dalle lezioni. D'altra parte non avrebbe senso far pagare a taluni ciò che si può ottenere gratis, e viceversa. Chiaramente dovrò puntare su qualità ed efficacia delle lezioni. Se vendi aria fritta, potrai farlo entro certi limiti, proprio perché esiste il web, e poi il gioco si estinguerà da solo.
Io ho avuto un atteggiamento ben poco divulgativo quando si è trattato di produrre e vendere colori, per ovvi motivi. Oggi sono molto più morbido, perché non faccio e non vendo più colori, se non piccolissime e minime quantità strettamente necessarie alla mia pittura (ma se posso evitare, lo faccio volentieri). Cambia tutto: se viene una persona e mi chiede come fare un buon cinabro, io valuto la persona in se' e poi, nel caso, glielo dico. Se ritengo meriti, abbia capacità di apprezzare il giusto valore, e non intenda farne un commercio, gli stampo e gli regalo la scheda di formulazione. Fino ad ora è capitato con due sole persone. Non lo faccio sul web, o lo faccio in modo molto limitato, perché mi è difficile spiegare a parole - ad esempio - il tipo di attrito che devi sentire con un determinato tipo di pigmento quando applichi un determinato tipo di forza; di persona, invece, vieni e ti faccio vedere. Alla peggio 10 minuti.

(20-01-2018, 12:25 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]Io sto in provincia di Donatelli, quindi in circa 24 ore di bicicletta dovrei raggiungere la capitale carraro  sono abbastanza vicino credo carraro
No via, probabilmente non sarei nemmeno ''degno'', però a chi di noi non piacerebbe? Big Grin 
Ma sai che prima di trasferirmi a Cassino avevo deciso per Viareggio? Poi ci sono state variazioni per altri motivi, ma Viareggio era la scelta più logica. Ancora adesso, di tanto in tanto, ci torniamo, io e la Brunella, a trovare gli amici per una cena. Donatello compreso. Smile
-------------------------------

Cavolo ho devastato questo forum con off topic senza tregua. Scusate...
voi non preoccupatevi: parlate, parlate e parlate.
eventualmente se poi volete che queste vostre conversazioni vengano spostate in un topic apposito ci penso io Wink
Alfio non si batte. C'è poco da fare.
(20-01-2018, 07:06 PM)Monet63 Ha scritto: [ -> ]Alfio non si batte. C'è poco da fare.

tranne con i gatti. lol
(20-01-2018, 07:33 PM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]tranne con i gatti. lol

Se gareggi con un gatto, il problema sei tu. asd
e mica sò scemo.. carraro
(20-01-2018, 01:36 PM)Monet63 Ha scritto: [ -> ]
(20-01-2018, 12:25 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]Cioè non sono convinto che se un artista si tiene un po' dei suoi ''segreti'' faccia cosa indegna e amorale e altro di negativo. Anche se poi, come dicevo prima, cerco comunque di capirli, come tutti quelli che studiano le tecniche artistiche, mi pare normale..ma non con l'intenzione non di fregargli qualcosa... come potrei rubare qualcosa a Caravaggio?
Dipende dalle intenzioni. Voglio dire: se il mio scopo ultimo è dipingere e avere a che fare con mercanti e gallerie, ovvero baso la mia attività sulla vendita dei miei dipinti, all'occorrenza - e sempre ammesso di averne voglia e tempo - non avrò problemi a divulgare e spiattellare ogni cosa; eh si, perché se vivo vendendo i miei lavori l'insegnamento può (e dovrebbe) essere solo marginale, e condotto per non far perdere il proprio modo di essere pittore: è un pò come quando si fa un figlio. Viceversa se una parte, più o meno corposa, della mia attività consiste nell'insegnamento a pagamento, specialmente oggigiorno con youtube in testa, chiaramente non andrò oltre un certo limite, che sarà tanto più basso quanto più alta l'intenzione di guadagnare dalle lezioni. D'altra parte non avrebbe senso far pagare a taluni ciò che si può ottenere gratis, e viceversa. Chiaramente dovrò puntare su qualità ed efficacia delle lezioni. Se vendi aria fritta, potrai farlo entro certi limiti, proprio perché esiste il web, e poi il gioco si estinguerà da solo.
Io ho avuto un atteggiamento ben poco divulgativo quando si è trattato di produrre e vendere colori, per ovvi motivi. Oggi sono molto più morbido, perché non faccio e non vendo più colori, se non piccolissime e minime quantità strettamente necessarie alla mia pittura (ma se posso evitare, lo faccio volentieri). Cambia tutto: se viene una persona e mi chiede come fare un buon cinabro, io valuto la persona in se' e poi, nel caso, glielo dico. Se ritengo meriti, abbia capacità di apprezzare il giusto valore, e non intenda farne un commercio, gli stampo e gli regalo la scheda di formulazione. Fino ad ora è capitato con due sole persone. Non lo faccio sul web, o lo faccio in modo molto limitato, perché mi è difficile spiegare a parole - ad esempio - il tipo di attrito che devi sentire con un determinato tipo di pigmento quando applichi un determinato tipo di forza; di persona, invece, vieni e ti faccio vedere. Alla peggio 10 minuti.

(20-01-2018, 12:25 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]Io sto in provincia di Donatelli, quindi in circa 24 ore di bicicletta dovrei raggiungere la capitale carraro  sono abbastanza vicino credo carraro
No via, probabilmente non sarei nemmeno ''degno'', però a chi di noi non piacerebbe? Big Grin 
Ma sai che prima di trasferirmi a Cassino avevo deciso per Viareggio? Poi ci sono state variazioni per altri motivi, ma Viareggio era la scelta più logica. Ancora adesso, di tanto in tanto, ci torniamo, io e la Brunella, a trovare gli amici per una cena. Donatello compreso. Smile

Infatti mi aveva detto che eri passato, mi pare intorno a Natale, uno o due giorni prima di me. Mi ha detto solamente che eri passato al negozio perché sa che ti ''conosco'' tramite web e a volte ho chiesto di te e abbiamo parlato (con la dovuta discrezione) della tua attività e dei tuoi colori. Roba da stalker asd (no, in realtà pure io cerco di non apparire, anche se forse non sembra da come sto qua)..Comunque è bravo e preparato e sopratutto è cordiale e alla mano, e questo è abbastanza importante. Il negozio poi è pieno di roba succulenta, forse anche più di quello di prima. Mi dispiace un po' che non tenga i Ferrario 1919, qualora volessi acquistarli in un negozio fisico.
Pagine: 1 2 3 4 5 6