ritrovo d'arte

Versione completa: la tecnica di Heather Rooney
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4 5 6
(20-01-2018, 01:42 PM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]voi non preoccupatevi: parlate, parlate e parlate.
eventualmente se poi volete che queste vostre conversazioni vengano spostate in un topic apposito ci penso io Wink

per me fai come vuoi, l'importante è che tu sappia che il nuovo avatar è fantastico lol popcorn ...fa un pò senso eh, però è stupendo  asd
(20-01-2018, 10:30 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]
(20-01-2018, 01:42 PM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]voi non preoccupatevi: parlate, parlate e parlate.
eventualmente se poi volete che queste vostre conversazioni vengano spostate in un topic apposito ci penso io Wink

per me fai come vuoi, l'importante è che tu sappia che il nuovo avatar è fantastico lol popcorn ...fa un pò senso eh, però è stupendo  asd

carraro carraro
non mi è mai piaciuto prendermi sul serio. Big Grin
(20-01-2018, 10:30 PM)guercino Ha scritto: [ -> ]
(20-01-2018, 01:42 PM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]voi non preoccupatevi: parlate, parlate e parlate.
eventualmente se poi volete che queste vostre conversazioni vengano spostate in un topic apposito ci penso io Wink

per me fai come vuoi, l'importante è che tu sappia che il nuovo avatar è fantastico lol popcorn ...fa un pò senso eh, però è stupendo  asd

Infatti, è troppo bello! L'hai fatto su su Photoshop o hai usato qualche applicazione? E' venuto veramente bene
photoshop Smile
anche se non è esattamente come avrei voluto e un paio di difettoni ce l'ha.
ma si fa per ridere quindi va bene così
Ho visto qualche video di cui si parlava più indietro nel topic.
Allora, secondo me la Rooney non usa le tecniche e i materiali della Nickelsen. A parte che nei suoi video non c'è traccia evidente di quei materiali, ma si può supporre che non abbia niente a che fare con essi anche dalla finitura dei lavori, e da come lavora con le matite stesse. Posso sbagliarmi ovviamente.
Pare che tutto ciò che usa siano le...matite. Più alti usiliari, chiaramente, tipo gomma, temperino ecc.
Però c'è qualcosa che non torna..Per esempio quando cancella, si vede piuttosto nitidamente il fondo della superficie sottostante (carta bristol liscia e spessa giusto?) Dalla cancellatura emergono tracce perfettamente bianche, quasi come se lo strato di matita stesse attaccato a un foglio di plastica, da cui poi è relativamente facile rimuovere la cera colorata.
Se cerco di imitare questa cosa la carta mi rimane macchiata.
Il metodo della Nickelsen penso sia molto interessante e vorrei provare. Anche se poi penso che alla fine non farei altro che tentare di avvicinarmi agli effetti della Roony (e di altri come lei) utilizzando più artifici, in modo più complicato. Frse quesi risultati dipendono solo dall'abilità...il mistero  continua ahem  Comunque la Nickelsen come artista, forse con la complicità delle sue invenzioni, ottiene dei colori che si discostano un po' dalla brillantezza della matita ''alla Rooney'': i ritratti su youtube hanno qualcosa delle tecniche ad olio, nell'aspetto finale.
ultimamente stanno usando molto, soprattutto la Rooney, questo blender in polvere che, pare, possa assicurare anche una cancellatura "completa" ossia tornando alla carta bianca pura.
la Nickelsen usa al 100% il solvente minerale tanto che nel suo libro parla della "Santissima Trinità" ossia Matite+Carta+Solvente
(30-01-2018, 11:41 AM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]ultimamente stanno usando molto, soprattutto la Rooney, questo blender in polvere che, pare, possa assicurare anche una cancellatura "completa" ossia tornando alla carta bianca pura.
la Nickelsen usa al 100% il solvente minerale tanto che nel suo libro parla della "Santissima Trinità" ossia Matite+Carta+Solvente

ecco, quindi sarebbe quello che fa tornare la carta bianca.
Però scusa, non riesco a far conciliare le cose che conosco con quel che dici, prese alla lettera. Forse ho informazioni sbagliate:
- io so che questo blender in polvere funziona bene solo su carte abrasive.
- ma la Rooney usa carta liscia Confused
- perché la Nickelsen ha inventato di sana pianta il blender secco se poi si serve al 100% del comune solvente liquido?
Quel manuale ho visto che è molto citato in rete e ho letto poco fa la tua recensione, magari me lo procuro.
io l'ho visto usare su tutti i tipi di carta.
comunque non sono mica sicuro che la Rooney lo usi eh? è un'ipotesi.
così come la Nickelsen parla del solvente nel suo libro. non sappiamo se dopo la pubblicazione abbia cambiato metodo
(31-01-2018, 03:00 PM)Alfio Raciti Ha scritto: [ -> ]io l'ho visto usare su tutti i tipi di carta.
comunque non sono mica sicuro che la Rooney lo usi eh? è un'ipotesi.
così come la Nickelsen parla del solvente nel suo libro. non sappiamo se dopo la pubblicazione abbia cambiato metodo

Ah ok Wink
Per l'ipotesi sulla Rooney: ritengo sia valida, tuttavia dalla semplice osservazione dei video non penso sia quella giusta, come dicevo in un post precedente. Per ora sono più propenso a credere che non usi il powder pencil: le campiture che fa avrebbero un aspetto diverso secondo me.. ahem
Chiedo scusa per l'intromissione ma è un argomento che mi interessa.
Sono un paio di anni che osservo i video di Heather Rooney per cercare di comprendere la sua tecnica.

Quello di cui sono certo è che non utilizzi il Powder Blender perchè può essere utilizzato solo su carta ruvida tipo la sanded paper (scusate, non conosco il suo nome in italiano).
Non credo neanche che usi il famoso solvente.

La tecnica che usa dovrebbe essere il "burnishing".
Usa sicuramente i caran d'ache Luminance e non so se ogni tanto anche qualche Prismacolor (nei primi video usava solo questi ultimi).

Anche io però non capisco come possa, in certi punti, cancellare perfettamente senza che rimangano aloni sulla carta, pur usando una gomma elettrica, dato che la tecnica del burnishing dovrebbe portare alla saturazione completa della carta.

Per il disegno a matita secondo me usa qualche tecnica tipo la griglia oppure un proportional divider o pantografo; parte volutamente esclusa dalla registrazione perchè i suoi video iniziano quasi sempre con il disegno a matita già pronto e lei che magari aggiusta solo qualche particolare.
Pagine: 1 2 3 4 5 6